Lun. Lug 4th, 2022

Una ragazza di 21 anni  da diversi giorni lamentava dolori alla testa. Venerdì si era recata al pronto soccorso del Santa Maria Nuova di Reggio Emilia ed era stata curata con una terapia endovenosa, per poi essere rimandata a casa. Il giorno successivo – riporta Tgcom 24 – era ritornata in ospedale in quanto il dolore non si attenuava, ma dalla Tac sembrava non essere emerso nulla. Infine, domenica era stata colpita da una crisi fino a perdere i sensi. I familiari avevano dato subito l’allarme e, prima dell’arrivo del 118, un medico, vicino di casa, aveva tentato invano di rianimarla. Ma la ragazza non ha mai ripreso conoscenza e, qualche ora dopo, ricoverata nell’ospedale parmense, il suo cuore ha cessato di battere.

La Procura di Reggio Emilia ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo a carico di ignoti.

La giovane, residente ad Arceto di Scandiano. La ragazza frequentava la facoltà di ingegneria a Modena e avrebbe compiuto gli anni tra pochi giorni.

Il magistrato ha disposto l’autopsia sul corpo della ragazza per stabilire le cause del decesso.