Gio. Ago 11th, 2022

La sopraelevata del comune di Parete è un opera che fu voluta caparbiamente dall’ex giunta Verrengia. L’allora sindaco, con tutti gli assessori in carica, lavorò affinché la sede comunale fosse dotata di un primo piano. Il progetto fu approvato e finanziato dalla regione Campania, ed oggi, il primo piano si avvia a diventare anche sede distaccata del Liceo Enrico fermi di Aversa.

La regione Campania, attraverso l’assessore Regionale alla Pubblica Istruzione Lucia Fortini stamattina ha dato via libera alle richieste dell’amministrazione comunale di Parete, che in collaborazione con dirigente scolastica Adriana Mincione e la piena collaborazione con il Presidente della Provincia Giorgio Magliocca, per far aprire la sede distaccata del liceo fermi.

Saranno in totale 15 le classi che occuperanno una parte del primo piano del comune con una capienza per 400 studenti. Le iscrizioni per la sede distaccata saranno possibili da subito e fino al 31 gennaio 2019.

Probabilmente nei prossimi anni avremo anche la necessità di liberare il pian terreno del comune, ma lo faremo volentieri trasferendo altrove il municipio pur di far crescere questo grandioso progetto formativo per i nostri ragazzi – ha esordito entusiasta il sindaco di Parete Gino PellegrinoQuella di Parete sarà una sede di eccellenza dove gli studenti avranno l’opportunità di fare scambi culturali internazionali e potranno seguire un moderno percorso di apprendimento. Una sede del liceo Fermi che si caratterizzerà per l’innovazione tecnologica e la visione internazionale e in cui gli studenti più meritevoli potranno avere accesso a borse di studio rese disponibili dall’ente comunale e da altre istituzioni. Grazie ad un progetto condiviso tra la dirigenza scolastica e l’amministrazione comunale, faremo del Liceo Fermi di Parete un modello di riferimento: allestiremo moderne aule e laboratori all’avanguardia e contribuiremo alla realizzazione di proposte formative di alto profilo. Stiamo anche progettando un moderno spazio per lo svolgimento di attività sportive. Siamo certi – conclude Pellegrino – che questa possa essere una straordinaria opportunità per la nostra città che si inquadra in un progetto molto più ampio di continuo miglioramento dei servizi offerti alla cittadinanza.  Il Liceo proietta la nostra città in un’altra dimensione. Una sfida a cui tutti noi siamo impegnati per continuare a fare crescere la nostra comunità dal punto di vista sociale, culturale ed economico”.