Mar. Mag 24th, 2022

Sfida quasi vinta a Wuhan. Iniziano a chiudere gli ospedali aperti per contrastare il coronavirus. Un passo importante anche per la città cinese, che potrebbe presto uscire dal regime di quarantena. Un grande segnale che la Cina manda al mondo intero, perché è riuscita ad arginare l’epidemia con provvedimenti restrittivi che hanno funzionato in pieno.  

Infatti, altri due ospedali che erano stati ricavati da edifici preesistenti a Wuhan, in Cina, all’inizio dell’emergenza coronavirus sono stati chiusi, portando a 11 le strutture che hanno cessato l’attività a causa del calo del numero dei contagiati. Lo hanno comunicato le autorità locali. La Commissione salute della provincia di Hubei – come riporta Tgcom 24 – dove si trova Wuhan, ha detto che verranno progressivamente chiusi i nosocomi temporanei e ridotti quelli dedicati al coronavirus. In uno dei due chiusi oggi, convertito da un’arena sportiva, c’erano mille letti e mille tra medici ed altro personale. Era stato aperto il 12 febbraio, e 1.056 pazienti sono stati trattati. Nessun sanitario è stato contagiato.

La Commissione salute della provincia di Hubei, dove si trova Wuhan, ha detto che verranno progressivamente chiusi questi nosocomi temporanei e ridotti quelli dedicati al coronavirus, ma che restano in vigore stringenti misure di prevenzione e contenimento della malattia.