Mer. Nov 30th, 2022

AVEZZANO- Dorme in auto da 4 anni, da quando ha perso il lavoro e la casa ed rimasto in balia del nulla. La sua casa è diventata la vecchia auto, con le gomme bucate, che lo ospita come se fosse la migliore delle abitazioni. Il fatto è che questo signore è un italiano, non è un immigrato. Agli immigrati lo stato inconcludente gli concede tutto, agli italiani nulla, anzi, se per caso sono in debito con lo stato sanguisuga gli tolgono anche la casa.

La storia è quella di Giovanni, un 46enne avezzanese costretto a vivere di stenti, a elemosinare un pasto, a dormire nella sua piccola utilitaria ormai non funzionante da molto tempo ma comunque unico tetto che può proteggerlo nelle fredde notti marsicane. Tempo fa – come riporta il marsicalive.it – era stato ospitato nella casa di accoglienza San Giuseppe di Avezzano, ma solo per tre mesi, quelli più freddi. Oggi la sua situazione, ritornata a galla insieme alle vicende dell’accoglienza agli immigrati, è sempre la stessa. Nessuno è riuscito ad aiutarlo e ora le sue condizioni di salute sembrano peggiorare. In suo aiuto, proprio in queste ore, è accorso Nello Mignini, un giovane di Trasacco che appena saputo della sua situazione è accorso e lo ha incontrato. Mi sono messo in macchina e sono andato a portare un po’ di aiuto a chi ne ha bisogno”, racconta, “questa è l’Italia: abbandonare un povero uomo che vive dentro la macchina da ben quattro anni e in che condizioni.