Mar. Ago 9th, 2022

Un pomeriggio al Centro Commerciale non solo per farsi travolgere dalle vetrine natalizie ma per riflettere, discutere e ammirare l’arte. E’ questa la svolta lanciata dal Centro Commerciale Jambo di Trentola Ducenta (Caserta) dove oggi (giovedì 5 dicembre, alle ore 17) sarà inaugurata la mostra “MATER. Il volto di un nome”, a cura di don Gianni Citro. La mostra conferma il ribaltamento del punto di vista del luogo centro commerciale messo in atto dall’amministratore giudiziario del complesso confiscato alla camorra Salvatore Scarpa e dal suo team di lavoro: il Jambo è ormai un punto d riferimento culturale per tutta l’area dell’agro-aversano e accoglie centinaia di migliaia di persone con intrattenimento leggero come il SummerFest musicale, ma anche con viaggi nell’arte come la mostra allestita per il periodo di Natale.

Ad aprire la mostra “Mater, il volto di un nome” sarà un evento speciale di “Sala d’attesa” il talk show già andato in scena  la scorsa estate nell’ambito del Napoli Teatro Festival Italia nel Palazzo Reale partenopeo. Condotto dal giornalista Ettore De Lorenzo, sul palco ci saranno Salvatore Scarpa con Gianpaolo Capasso dell’agenzia dei beni confiscati (ANBSC), il curatore della mostra don Gianni Citro, ma anche Jacopo Fo, autore, imprenditore e artista, il vulcanologo Giuseppe De Natale, il pediatra Tommaso Montini e Isabella Valente, professore di storia dell’arte contemporanea all’Università Federico II di Napoli. Dialogo sull’arte, sui volti che la storia della pittura ha dato alla Mater, ma anche sull’attualità del Jambo e sui progetti che riguardano anche la costruzione di un impianto eolico sui tetti del centro commerciale per renderlo a impatto zero. Nello show di Sala d’Attesa che inaugura la mostra ci sarà spazio anche per i reading degli attori Flavio Baldes e Rosaria De Cicco e la musica con la cantante Machi Di Pace e i musicisti Giosi Cincotti, Ugo Gangheri ed Ernesto Nobili.