Dom. Feb 5th, 2023

ROMA- Sabato 14 e domenica 15 aprile 2018 presso il Centro Sportivo “G. Onesti” di via dell’Acqua Acetosa a Roma si è tenuto “TaekwonDonna”, il primo convegno di Taekwondo al mondo interamente dedicato alle donne e alla loro fondamentale importanza per lo sviluppo e il progresso di questo sport. Alla manifestazione, dall’eloquente sottotitolo “Il valore del taekwondo per le donne – Il valore delle donne per il taekwondo”, hanno partecipato personalità di spicco dello sport e dello spettacolo come Claudia Gerini, cintura nera di taekwondo e madrina del convegno, portando la loro diretta testimonianza. Con la Gerini, Alessandra Sensini, Campionessa Olimpica di windsurf, Diana Bianchedi, oro olimpico nel fioretto a squadre, Rossana Ciuffetti, Responsabile della Scuola dello Sport e Annamaria Marasi della commissione nazionale Atleti del CONI. Una delle relatrici del convegno è stata Antonietta La Pietra, campionessa mondiale, pluricampionessa italiana ed europea, che ha raccontato la sua esperienza come atleta di altissimo livello e oggi da coach internazionale. La stessa La Pietra domenica ha fatto allenamento a tutte le iscritte al convegno, cercando di trasmettere la propria esperienza di coach. Il Maestro La Pietra è direttore tecnico del Team La Pietra, nel quale si allenano atlete e atleti di rilievo regionale e nazionale e collabora con la nazionale e con la squadra regionale campana.  Sedi del Team La Pietra sono: Palestra Happy Life di Mugnano e  Polisportiva Maristi di Giugliano.

Due giorni intensi ad Acqua Acetosa durante i quali sono stati affrontati differenti argomenti quali la competizione agonistica, l’insegnamento e il coaching, attraverso la storia, i principi e l’etica della disciplina. “Il taekwondo non fa distinzioni – sottolinea Nicoletta Marinosci, arbitro internazionale e coordinatrice del convegno -. Non è solo uno sport, ma uno stile di vita: il nostro è un messaggio a 360° sull’uguaglianza. La Fita e il presidente federale Angelo Cito in prima persona hanno fortemente voluto questo convegno e il presidente del Coni Malagò è stato subito entusiasta di questo importante evento. La nostra intenzione non è solo esaltare la figura della donna, ma testimoniare che nel nostro sport non esistono differenze di genere”.