Mar. Dic 6th, 2022

Si apre una nuova strada per la cura al covid-19 e apre nuove speranze: “E’ tutto pronto allo Spallanzani di Roma per iniziare la somministrazione degli anticorpi monoclonali anti-Sars-Cov2”. A dare la notizia è la direzione sanitaria dell’ospedale di Roma, precisando che “tali farmaci saranno somministrati a persone con diagnosi di Covid in fase iniziale di malattia che non necessitano di ricovero in ospedale, ma con particolari condizioni di aumentato rischio di peggioramento clinico”. 

La direzione dell’ospedale fa sapere che “I pazienti verranno individuati dai medici di pronto soccorso o dai medici curanti a domicilio e inviati al centro di somministrazione territorialmente più vicino.  Lo Spallanzani è pronto per mettere a disposizione della popolazione a rischio questo nuovo fondamentale presidio di cura”.

Mentre a Treviso, come comunicato dall’Ulss 2 della Marca Trevigiana, su due pazienti di 32 e 68 anni, è stata attivata la terapia con gli anticorpi monoclonali. “L’infusione dura un’ora – spiega il primario di Malattie Infettive dell’ospedale Ca’ Foncello di Treviso, Pier Giorgio Scotton -. Il paziente viene tenuto in osservazione complessivamente due ore, dopodiché rientra a domicilio”. Al Veneto sono state consegnate poco meno di 250 fiale di monoclonali, su un totale di 4.000 a livello nazionale.