Mer. Nov 30th, 2022

CASERTA-  “Cosa intende fare la Regione per consentire il regolare funzionamento dell’impianto di griglia Regi Lagni e la corretta gestione dei rifiuti? E’ stato avviato il monitoraggio degli scarichi abusivi ed a che punto è il piano d’intervento?”. Lo chiede il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Vincenzo Viglione, che ha depositato un’interrogazione rivolta al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca e all’assessore all’ambiente Fulvio Bonavitacola. “L’impianto della ‘Griglia Regi lagni’ è situato nel comune di Castel Volturno, presso la foce dei Regi lagni – sottolinea – è una struttura meccanica che ha l’importante funzione di intercettare i rifiuti solidi transitanti nei canali e, attraverso un nastro trasportatore, li raccoglie per avviarli al corretto smaltimento”. “L’opera è stata realizzata nel 2013 per iniziativa della Provincia di Caserta con un costo di circa 2milioni di euro – spiega Viglione – a distanza di un anno dall’attivazione, l’impianto ha smesso di funzionare, creando una serie di gravi conseguenze”. “Non parliamo solo dell’inquinamento della foce – nota – ma di pesanti ripercussioni sulla qualità delle acque di un’ampia fascia del litorale costiero”. “Nel corso di un’audizione presso la terza Commissione – prosegue – è emerso che l’impianto ha un costo di funzionamento di circa 700 mila euro l’anno, ossia 58mila euro al mese e sin dalla costruzione nessun soggetto si è fatto carico del corretto funzionamento dell’impianto”. “Nel corso di un recente sopralluogo proprio presso  l’impianto della ‘Griglia Regi lagni’ ho potuto appurare – evidenzia Viglione – l’apertura della griglia senza alcuna forma di vigilanza, le condizioni del nastro trasportatore e della vegetazione circostante testimoniano l’assenza di una reale attività di monitoraggio del sito e infine gli edifici a servizio dell’impianto sono visibilmente abbandonati e oggetto di atti vandalici”. “Faccio rilevare che il Movimento 5 Stelle fece approvare un emendamento – nel disegno di stabilità 2016 – continua – dove la Regione Campania nell’ambito della tutela della qualità delle acque del Litorale Domitio Flegreo, nel percorso di attuazione del grande progetto di ‘Risanamento ambientale e valorizzare dei Regi Lagni’, si impegna a realizzare una campagna di monitoraggio per gli scarichi abusivi civili ei industriali che si verificano lungo il reticolo dei canali dei Regi Lagni”. “Chiedo nell’interrogazione depositata al Presidente De Luca e all’assessore Bonavitacola – conclude Viglione – i tempi d’intervento della Regione e la messa in opera di tutte quelle attività per consentire un reale funzionamento dell’impianto della griglia dei Regi Lagni”.