Ven. Feb 3rd, 2023

BERGAMO- Un operazione congiunta di Carabinieri e Guardia di Finanza ha portato agli arresti domiciliari per i sindaci di Foppolo e Valleve, in provincia di Bergamo. Per l’oro l’accusa, a vario titolo, per appalti truccati.   L’operazione è stata coordinata dal pm Gianluigi Dettori e condotta in collaborazione tra i carabinieri della Compagnia di Zogno e i finanzieri del Nucleo di Polizia Economico. Per le indagini, i due sindaci avrebbero, tra le altre cose, architettato un sistema per conseguire fondi pubblici in danno alla Regione Lombardia e per truccare appalti. Dalle investigazioni è emerso che il sindaco del Comune di Foppolo e il Sindaco di Valleve avrebbero falsamente rendicontato spese e investimenti per un valore complessivo di circa 16 milioni e mezzo di euro, percependo indebitamente contributi regionali per oltre 3 milioni e 290 mila euro. Nel corso delle indagini contabili è stato scoperto un trasferimento di circa 700mila euro dalla Brembo Super Ski, poi fallita, in favore di una società di Hong Kong, giustificata da una presunta attività di ricerca di investitori asiatici, con la particolarità che l’intera operazione con la quale sono stati distratti fondi in danno dei creditori, è stata occultata attraverso una serie di artifici contabili, finalizzati a mascherarne la reale natura.