Ven. Set 30th, 2022

La Polizia di Stato di Catania ha arrestato il 54enne pluripregiudicato, leader storico del gruppo denominato “Irriducibili” della tifoseria organizzata della Curva Sud del Catania, per violenza privata ai danni di Lo Monaco Pietro, Amministratore delegato del Calcio Catania.

L’arresto è stato eseguito grazie alla cosiddetta “flagranza differita” prevista per reati commessi a causa di manifestazioni sportive ed è stato possibile grazie alla normativa speciale che consente l’adozione del provvedimento pre-cautelare, in presenza di determinati presupposti (ripresa video-fotografica, individuazione del soggetto responsabile, esigenze di ordine pubblico), comunque entro le 48 h dal compimento del fatto.

Le indagini dei poliziotti della Digos di Catania e di Reggio Calabria hanno preso avvio nella giornata di 27 novembre, a seguito all’aggressione fisica e verbale subita da Lo Monaco ad opera di alcuni ultras della squadra del Catania, mentre si trovava a bordo del traghetto partito da Messina in direzione Villa San Giovanni Nord.

Dalla visione del filmato estrapolato dal sistema di video-ripresa installato sul traghetto sul quale viaggiava il Lo Monaco, i poliziotti hanno identificato il 54enne pluripregiudicato che, dopo essersi avvicinato al bancone del bar dove Lo Monaco stava consumando la colazione, gli ha prima dato uno schiaffo, facendogli volare gli occhiali da vista, poi lo ha colpito una seconda volta, alla presenza di altri soggetti.

Alla luce del quadro indiziario emerso, i poliziotti hanno arrestato il leader storico della tifoseria ultras della Curva Sud che, già da qualche tempo, aveva assunto un atteggiamento di aperta ostilità nei confronti del Lo Monaco.

Una posizione concretizzatasi in varie cori ingiuriosi nei suoi confronti, intonati in occasione delle partite di calcio, in scritte murarie rilevate in varie zone del centro cittadino e in striscioni offensivi rinvenuti in numerosi punti della città.

Sono in corso accertamenti per l’individuazione degli altri soggetti presenti: nei confronti di costoro sarà adottata la misura del D.A.SPO. e sarà proposta l’irrogazione della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza.