Mar. Ago 9th, 2022

La maggioranza che sostiene il Sindaco Enrico de Cristofaro intende intervenire in risposta alle diverse dichiarazioni rilasciate nei giorni scorsi da vari esponenti politici locali.

L’unica paura dell’opposizione, dei dem e di Marco Villano nel continuare a chiedere firme per la sfiducia al Sindaco è dettata da una necessità e da una condizione incontrovertibile: i signori dell’opposizione si sono resi conto di essere scomparsi dalla scena politica locale,  anche perchè supportati e mal consigliati da un rappresentante regionale fa sapere la maggioranza che sostiene De Cristofaro – Essi tentano di cavalcare e sfruttare un dibattito tutto interno alla maggioranza, un dibattito, in realtà frutto della normale dialettica democratica che sta producendo una opportuna e leale discussione. La scomparsa delle opposizioni è dovuta, soprattutto, alla pochezza di idee, di programmazione e, soprattutto, alla loro assenza dalla partecipazione ai vari tavoli di lavoro, al fine di promuovere eventuali loro contributi che potrebbero essere inseriti nei programmi da sviluppare per la nostra città. È una assenza giustificata? Oppure è motivata dalla contezza che quanto stiamo facendo è realmente straordinario per l’affermazione di quel ruolo che spetta alla nostra comunità in ambito nazionale ed internazionale? È inutile ripetere quello che questa Amministrazione ha prodotto fino ad ora, la conferenza stampa di fine anno del Sindaco, nella quale sono stati evidenziati molti dei traguardi raggiunti, senza contare le attività che non sono state discusse,ne è la dimostrazione palese. Poveri illusi! La città e i cittadini sanno valutare e giudicare, il loro futile pensiero non ci preoccupa, anzi, fin quando le loro azioni mireranno a distruggere quanto di positivo si sta realizzando (il caso aree EAV docet!), noi andremo avanti con lo stesso impegno. Né possiamo accettare la distorta rappresentazione della consigliera Mazzoni, che associa ad essa termini del tutto impropri quali. “mercato”, “ricatto”, “vacche”. La consigliera dei 5 Stelle non è l’unica custode della verginità e della castità della classe politica, noi la pensiamo diversamente e, poiché abbiamo anche modi di azione diversi, quando abbiamo opinioni diverse poniamo in essere tutte la azioni proprie del confronto democratico. Ci fa piacere, infine, notare l’intervento della neocoordinatrice della Lega, alla signora D’Angelo si fa notare, purtroppo, che li unici settori da lei segnalati che arrancano nell’adeguarsi agli ottimi risultati fin qui raggiunti negli altri campi, sono quelli appannaggio del suo consigliere comunale, il quale, nonostante tutto l’impegno profuso nelle attività a lui delegate, non riesce a sostenere le azioni programmate con tempestività, forse per motivi di lavoro, essendo fuori città tre o quattro giorni su sette. Provvederemo allora a farlo affiancare da altri componenti della maggioranza per dare una svolta decisiva e più incisiva a questi settori.