Lun. Mar 4th, 2024

ROMA – Il 4 marzo gli italiani hanno detto basta ad una vecchia politica, e anche se il risultato elettorale, per via di una schifosa legge elettorale, non ha dato un vincitore certo, un governo politico c’è. Finora chiunque ha governato ha fatto una politica per i cazzi miei, senza guardare ai veri problemi dei cittadini italiani.

Cosa più grave: hanno fatto diventare lo stato un killer per imprese e famiglie. Ora ci ritroviamo con 18 milioni di persone che si avviano alla povertà e cinque milioni che sono già in povertà assoluta. La fotografia di questo paese è gravissima ma, nonostante tutto, gli stessi attori che hanno prodotto lo sfascio continuano a definirsi politici.

È successo una cosa gravissima, dove il cittadino è stato oggetto di prepotenze da parte dello stato per via di leggi punitive che hanno determinato inevitabilmente la morte del sistema economico del bel paese. Partiamo da quel mostro chiamato equitalia, che grazie ai politici, ha avuto in mano strumenti da regime che hanno portato alla povertà odierna.

I cittadini non hanno più visto lo stato come un suo protettore, bensì un nemico da combattere per salvarsi. Negli altri paesi europei i governi producono politiche solo e soltanto a favore dei cittadini. Non esiste l’accanimento terapeutico messo in campo dai politici nostrani, ma tutto è concentrato per dare al cittadino le giuste condizioni per vivere bene. Negli altri paesi europei perdere un lavoro significa ritrovarsi al proprio fianco lo stato, che provvede al suo sostentamento finché ritorna il lavoro. Il cittadino in grave situazione economica è aiutata dallo stato e non massacrato come avviene da noi. C’è un sistema costruito per garantire al cittadino di superare il momento di difficoltà.

Da noi invece è stato creato, grazie ai partiti italiani, un sistema che uccide ulteriormente chi è già in forte difficoltà economica. Si sono permesso il lusso di fare leggi inconcludenti e senza un significato serio che guardasse alle difficoltà del proprio popolo. Lo stato è diventato quel killer pronto a colpire i deboli fino ad annientarli definitivamente. Un killer che ha ferito milioni di persone facendole vivere con una ferita aperta che non si rimargina più. Politici che hanno fatto solo politica per i cazzi miei uccidendo l’Italia con uno stato di polizia che oggi sta portando il conto definitivo, poiché il paese non regge più alle leggi dello stato.