Ven. Ott 7th, 2022

Un intervento eccezionale è stato eseguito a Bari a un bambino di dodici anni con un tumore al cervello. Il piccolo è stato operato per esportare un tumore grosso come una pallina di ping pong completamente sveglio. L’intervento di neurochirurgia effettuato con anestesia locale, che prevede che il paziente resti vigile e collaborativo, è stato eseguito per la prima volta su un paziente di età pediatrica proprio al Policlinico della città pugliese. Il delicato intervento è stato eseguito dall’equipe del professor Francesco Signorelli attraverso una tecnica particolare: la ‘awake surgery’. Tenuto sveglio, il piccolo paziente, una volta entrato in sala operatoria, ha risposto con precisione alle domande della neuropsicologa mentre i neurochirurghi operavano. La massa tumorale era localizzata nelle aree cerebrali che controllano la produzione e comprensione del linguaggio.