Mar. Lug 5th, 2022

L’indiscrezione è stata lanciata dal giornalista de La7 dopo aver consultato il medico dell’Asl di Caserta che sta gestendo la situazione alla Barriera di Napoli. Dall’informazione raccolta dal giornalista, è emerso che 14 persone su 60 controllate sono risultate positive al test rapido, ossia quello che dice se si sono sviluppati anticorpi per poi procedere immediatamente al tampone. A tutti è stato eseguito il tampone per verificare la positività al coronovirus. Quasi una persona su quattro aveva la febbre e aveva sviluppato gli anticorpi. Questa fase due è terribilmente preoccupante soprattutto per il sud, che in queste ore e nei prossimi giorni può essere interessato da diversi spostamenti dal nord verso il meridione. Si calcola che solo nella giornata di oggi potrebbero essere tantissime le persone che si sono spostate verso il sud. I controlli sono serrati sia alle barriere autostradali sia nelle stazioni, quella di Napoli ma anche quelle secondarie, Caserta e Aversa, con passeggeri che possono giungere con gli intersiti. In molte stazioni ci sono punti di controllo della polizia che, con scrupolosità fanno controlli su tutti i passeggeri che arrivano dal nord, sopratutto da Milano. Il temuto esodo pare non ci sia stato nonostante i treni diretti a sud dello Stivale fossero pieni. C’è da sottolineare la capienza ridotta delle carrozze, nel rispetto delle misure che servono a contenere il distanziamento sociale. Alcune regioni aveva già messo in guardia i passeggeri: chi rientrerà in bus, treni, aerei e traghetti dovrà restare in isolamento a casa per 14 giorni.