Mar. Lug 5th, 2022

ROMA- Sono giorni destinati alla nascita di nuovi soggetti politici, tutti i big trombati alle passate elezioni o chi è uscito da amministrazioni comunali, oggi si fa portatore di idee nuove per creare soggetti in vista delle prossime elezioni politiche.

Un film già visto e rivisto tante volte. Anche alle ultime elezioni politiche, per primo la sinistra, diede vita ad un incubatore politico guidato da Ingroia che non riuscì nemmeno a prendere i voti dei familiari stretti. Stesso scenario si verifica anche adesso che si avvia una periodo estenuante di campagna elettorale.

Mentre i Big si affannano a come creare nuove creature politiche per garantirsi la poltrona che porta qualcosa come 13-15mila euro mensili, i cittadini osservano a cosa sta succedendo. Loro si dibattono e si dimenano per come creare la coalizione giusta per ottenere lo stipendio d’oro, gli elettori li detestano. Il dubbio ruota proprio intorno alla mancanza di fiducia dei cittadini che come un vortice colpisce la vecchia politica. Anche perché prima l’alternativa ai vecchi e ingloriosi partiti non c’era, quindi potevano fare quello che volevano, oggi invece le cose sono diverse, c’è un alternativa politica che va oltre i partiti storici, quindi gli elettori sono tentati dal provare e voltare le spalle ai sacramenti della politica che hanno distrutto l’Italia.