Mer. Nov 30th, 2022

BOLOGNA- Era andato a giocare una partita di calcetto con gli amici. È rimasto in campo solo dieci minuti e poi è uscito. L’uomo, un tassista di 42 anni, una volta sotto la doccia ha avvertito un malore, è svenuto ed ha battuto la testa su di un sanitario.

I compagni di squadra gli hanno praticato i massaggi cardiaci in stretto contatto con i sanitari in attesa che arrivasse l’ambulanza. L’uomo si è pure ripreso, ma una seconda crisi gli è stata fatale. Il tentativo di rianimarlo è andato avanti quasi per mezz’ora, ma a nulla sono valsi i tentativi di rianimarlo, sul posto sono giunti anche i carabinieri, ma non è stato aperto nessun procedimento perché è accertato la morte per cause naturali.