Dom. Set 25th, 2022

BOLOGNA- Smarrisce il cagnolino, un barboncino, quando apre la porta di casa per consentire la lettura dei contatori. La donna, una ipovedente, ha raccontato di aver aperto la porta quando le hanno citofonato con la richiesta di leggere i contatori e dall’allora aveva perso le tracce del suo cagnolino. La donna, 64 anni, aveva tappezzato il paese di foto e tanto di numero telefonico avvisando chiunque l’avesse visto di contattarla. Così la donna ha esporto anche denuncia di smarrimento, e proprio mentre stava facendo la denuncia gli arriva una telefonata che l’avvisa di aver trovato il cagnolino ma non vuole restituirglielo perché la moglie e i figli si erano affezionati. Così la donna offre 200 euro per riaverlo. Concordano l’appuntamento. All’appuntamento si sono presentati i carabinieri: il giovane non ha figli e i militari stanno valutando la posizione di una donna, che ha finto di essere la moglie. Per questo un 26enne casertano, è stato denunciato a Bologna dai carabinieri per tentata estorsione.