Ven. Feb 3rd, 2023

ROMA- Finora difficilmente qualcuno di noi ha potuto assistere alla guarigione di un malato di cancro. Quei percorsi medici di qualsiasi natura hanno sistematicamente portato alla morte. Spesso, specialmente sui social assistiamo al diffondersi di notizie a volte bizzarre di alternative alla medicina convenzionale per la guarigione dal cancro. Ognuno di noi coltiva una speranza, ma alla fine, personalmente, sono sempre convinto che si tratta di grandi bufale. Ed è quello che è successo ad una mamma di Rimini. La donna 34 anni, aveva rifiutato la chemio dopo l’intervento per un tumore al seno ed aveva scelto di sottoporsi ad un trattamento tenendo conto delle teorie del dottor Hamer: voleva contrastare il tumore con impacchi di ricotta e decotti di ortica. La famiglia ha tentato in tutti i modi di convincerla a cambiare rotta, ma inutilemnte. Come riporta il resto del carlino, il dottore che l’ha operata, Domenico Samorani, responsabile della Chirurgia del seno dell’ospedale di Santarcangelo è furente: “Ha subito un intervento al seno quattro anni fa – spiega- Era un tipo di tumore guaribile nel 93-95% a cinque anni dall’operazione, ma a patto che facesse la chemioterapia. Ma non l’ha fatto. Fin da subito mi ha detto che non si sarebbe sottoposta a chemio. Le avevo detto senza mezzi termini che così sarebbe morta, ma lei mi aveva risposto che non voleva morire di chemio e avrebbe fatto altre cure”. Il metodo Hamer, appunto. Che prevedeva impacchi di ricotta e decotti di ortiche. Una vicenda che mette tristezza, ma che alla fine va detto che il cancro è un nemico difficile da sconfiggere, ma per i tumori al seno sono stati fatti passi da gigante e molte donne sono state salavate.