Lun. Dic 5th, 2022

A causa del conto complessivo delle bollette energetiche ad agosto, ben 500mila euro. La Caroli Hotels, gruppo pugliese con quattro strutture tra Gallipoli e Santa Maria di Leuca, 275 dipendenti e diverse altre attività nel settore dell’accoglienza, ha annunciato l’interruzione dell’attività a causa del caro bollette. Lo ha confermato all’Agi il direttore generale della catena, Attilio Caputo. La decisione di fermare tutti i servizi alberghieri e di ristorazione, onorando fino a scadenza solo i contratti già stipulati, «è stata già inoltrata alla prefettura di Lecce».

Ecco, è iniziato l’autunno caldo, o meglio, bollente. Quello descritto è uno dei primi casi di una filiera commerciale che non riesce a sostenere il caro bollette. E non si tratta solamente di grandi gruppi o grandi aziende, chi paga il prezzo più alto sono le piccole attività commerciali, che non riescono a sostenere il peso del caro elettricità e gas. Bollette da capogiro che in poco tempo si tramutano in vere e proprie finanziare da pagare. C’è chi diminuisce il personale, chi aumenta i prezzi, chi riduce i giorni di attività, e chi come la catena alberghiera di chiudere definitivamente l’attività.