Mer. Feb 8th, 2023

CASERTA-La Giunta Comunale, su proposta dell’assessore all’Ecologia e all’Ambiente, Camillo Federico, ha approvato oggi una delibera che dà il via al progetto definitivo-esecutivo che prevede l’assegnazione di un finanziamento di circa 340mila euro al Comune di Caserta per l’installazione di telecamere in sei punti della città per contrastare il fenomeno dei roghi di rifiuti. Il progetto prevede l’erogazione di fondi regionali ai Comuni delle province di Napoli e Caserta per attività di controllo e tutela ambientale atte a contrastare proprio i roghi di spazzatura appiccati soprattutto in strade periferiche e isolate.

È prevista l’installazione di sei punti di ripresa fissi, quattro punti di ripresa mobili, quattro palmari per la visione dei siti in qualunque punto della città, che possono essere sistemati anche a bordo delle autovetture di servizio, e l’allestimento di un’autovettura di servizio con telecamera, monitor e modem per la trasmissione delle immagini alla centrale operativa.

I punti di ripresa fissi sono ubicati in via Edison (località Lo Uttaro, dove ci saranno due telecamere, lato Sud e lato Nord dell’arteria), via De Renzis, nella frazione di Casolla, via Guerra (frazione di Tredici), via Petrarelle e in via Sauda Vicinale Vairano, sempre a Tredici. Il progetto prevede anche la riqualificazione a verde di un’area di proprietà dell’Amministrazione Comunale. A tal proposito, è stata individuata l’area dell’ex Bic, che sarà opportunamente recintata e riqualificata con piantumazione di essenze arboree, cespugli e bordure.

Dopo l’approvazione odierna in Giunta, già in settimana il progetto verrà consegnato alla Regione, che a stretto giro provvederà ad erogare il primo acconto, consentendo al Comune di poter effettuare la gara per lo svolgimento del servizio.

“Si tratta – ha spiegato il sindaco di Caserta, Carlo Marino – di un progetto molto importante per la nostra città, che si inserisce nell’ambito di quelle iniziative di tutela ambientale e di contrasto all’odioso e pericoloso fenomeno dei roghi di rifiuti. La cura e la riqualificazione della città, specialmente delle sue aree più periferiche, rappresentano uno dei punti cardine della nostra azione amministrativa nonché uno dei primi passi per rendere Caserta una città normale”.