Gio. Lug 7th, 2022

CASERTA-«Sono sempre di più ed ormai tantissimi i consumatori che acquistano online.Chiaramente aumentano in maniera esponenziale le truffe ai danni degli stessi». A suonare il campanello d’allarme è l’avvocato Maurizio Gallicola, responsabile Codacons di Caserta che ha risolto in favore dei contribuenti tantissimi casi di raggiro messi in atto attraverso la rete. «Sono davvero tanti negli ultimi mesi i clienti che hanno scritto al Codacons Caserta per denunciare tali truffe, riscontrando principalmente queste problematiche – ha sottolineato Gallicola – Recapito di prodotti diversi da quelli ordinati;Mancato invio del prodotto, malgrado aver corrisposto il pagamento;Difformità di alcune caratteristiche rispetto alla pubblicità del sito». Colpiscono in modo particolare due situazioni denunciate alla sede Codacons di Caserta.«La prima: La sig. ra G. P. cercava abito elegante della collazione primavera – estate in corso – ha raccontato l’avvocato – Trovato, finalmente, l’abito in un sito apposito l’ha ordinato e dopo 48 h le è stato consegnato.Benché l’abito fosse di suo gradimento la sig.ra ha scoperto che l’indumento appartiene alla collezione del 2011.E’ chiara la difformità della presentazione del prodotto rispetto al capo venduto». Colpisce un esperto, invece il secondo caso. «Il sig. D. M. appassionato di bicicletta trovava online la bicicletta dei suoi sogni al costo di € 1.980,00 anziché € 2.750,00 – ha spiegato il responsabile del Codacons – Consegnata la bicicletta l’esperto cicloamatore verificava che di diametro della ruota era di 2 mm inferiore rispetto alle caratteristiche di presentazione. Mentre nel primo caso siamo in presenza di una pubblicità ingannevole, perché l’abito era di un a collezione antica e superata e non suscettibile né di ripristino né di sostituzione. In questo caso è possibile esercitare il diritto di recesso in 7 giorni o presentare denuncia penale entro giorni 90 dalla conoscenza della truffa. Diverso il caso del cicloamatore che ha ricevuto una riduzione del costo di € 500,00 che gli ha consentito l’acquisto della ruota idonea. Quindi riparato l’inconveniente ai sensi dell’art. 130 del Codice del Consumo». Gallicola indica, comunque delle precauzioni da tenere, per ridurre al minimo i rischi di truffa. «Ad ogni modo allorquando si acquista online, onde evitare truffe e problematiche, è opportuno verificare – spiega – che la società abbia sede in Italia., contro le società con sede all’estero pur vincendo la causa è difficile effettuare il recupero crediti;pagare sempre in contrassegno (alla consegna);evitare assolutamente di dare i numeri della propria carta di credito ma fornirsi di carta ricaricabile. Usando queste piccole accortezze si può evitare di incappare nelle truffe ormai sempre più frequenti».