Ven. Ago 19th, 2022

CASERTA- La mancata certificazione della lista non ha disorientato gli attivisti del meetup “5 Stelle per Caserta” che martedì si sono incontrati regolarmente per riprendere le attività nonostante l’uscita dal movimento 5 Stelle di alcuni elementi storici, da un decennio impegnati in città. “Contrariamente a quello che si è letto in questi ultimi giorni il meetup è ben lontano dalla chiusura. Anche l’uscita dal movimento di alcuni di noi, tra i più anziani per età di attivismo, non ha inficiato lo slancio e il vigore con cui il meetup ha lavorato e anche la partecipazione alle elezioni – spiega Marco Alois, indicato dal gruppo come rappresentante-sindaco – avrebbe rappresentato solo una forma dell’azione e dell’attivismo concretizzato in questi anni”. Non ci sarà, dunque, una lista civica riferibile al gruppo del meet up e anche i vari tentativi di imitazione del simbolo del Movimento dovranno passare al vaglio dell’ufficio elettorale. “Abbiamo deciso di non presentare una lista civica per non approfittare delle aspettative dell’elettorato orfano delle 5 Stelle che altre forze politiche cercano di attrarre diffondendo già simboli confondibili che, ci auguriamo, saranno controllati con attenzione dagli organi preposti” continua il legale. La prim uscita pubblica già nei prossimi giorni con l’informazione in piazza per il referendum del 17 aprile. L’obiettivo, a portata di mano, è quello del quorum per fermare i rinnovi delle licenze per le trivellazioni in mare entro le 12 miglia dalle coste. In quell’occasione gli attivisti incontreranno i simpatizzanti casertani e li informeranno sugli ultimi sviluppi e sul percorso futuro. “Ai casertani simpatizzanti del movimento racconteremo quanto è importante la partecipazione e li inviteremo a continuare a seguire il Movimento e le attività del meetup. In fin dei conti anche noi che avevamo dato la nostra disponibilità a cambiare questa città restiamo – conclude Alois – un gruppo di cittadini comuni impegnati per Caserta”.