Mar. Ago 9th, 2022

NAPOLI-“La riscossione delle entrate comunali sarà affidata ad una delle società partecipate già esistenti nel nostro Ente. Grazie alla mozione da me presentata ed appena approvata dall’Aula, infatti, il Sindaco e l’Amministrazione si sono impegnati a non costituire nessuna nuova società”. Ad affermarlo è David Lebro, Capogruppo de “La Città” al Consiglio comunale di Napoli nel corso della riunione dell’Assise cittadina sul bilancio di previsione 2016.

“Nel Documento Unico di Programmazione 2016-2018 -puntualizza Lebro-, oltre alla descrizione complessiva delle azioni messe e da mettere in campo per ottimizzare la capacità di riscossione, si fa esplicito riferimento ad una società che dovrà garantire non solo l’adeguato supporto finanziario all’Ente ed all’entrate di competenza delle altre Partecipate, ma che sarà punto di riferimento centrale per la gestione di tutte le entrate comunali, in un regime di terzietà indispensabile per garantire la massima equità fiscale e la prioritaria tutela dei diritti del cittadino-contribuente. Era doveroso, soprattutto alla luce del percorso di razionalizzazione e di lotta agli sprechi che il Comune sta portando avanti, che il Consiglio si esprimesse su questo tema per scongiurare la nascita di un nuovo organismo. Tra l’altro -continua ancora Lebro- gli indirizzi del nuovo Testo Unico delle Partecipate precisano che, laddove è prevista la costituzione di nuova società finanziaria, dal prossimo settembre è necessario un parere preventivo da parte della Sezione Regionale della Corte dei Conti. Ecco perché sarebbe stato quantomeno inopportuno anche solo prospettarne la creazione”.

“Sono sicuro -conclude Lebro- che una delle società già esistenti, a cui sarà affidata l’attività in regime di in house providing sarà all’altezza di rafforzare il contrasto all’evasione e all’elusione fiscale, che rappresenta ancora una delle piaghe principali della nostra città”.