Ven. Ago 12th, 2022

ROMA-“Nonostante le ampie fluttuazioni rilevate negli ultimi periodi e il ridimensionamento in termini congiunturali rispetto a gennaio, la ripresa prosegue da oltre un anno e autorizza un cauto ottimismo. Questo è il commento dell’Ufficio Studi Confcommercio alle rilevazioni sulla produzione industriale a febbraio diffusi dall’Istat”.

“Non va poi trascurato – continua la nota – l’impatto della componente energetica (che pesa per oltre il 10% dell’indice), la cui minore produzione è stata determinata dalla minore richiesta effettuata dalle famiglie, in virtù di condizioni climatiche molto favorevoli. Altro elemento positivo è rappresentato dal permanere, anche in termini congiunturali, di un trend positivo della produzione di beni strumentali ed intermedi a segnalare un possibile miglioramento degli investimenti da parte delle imprese”.