Ven. Ago 12th, 2022

ROMA- Oggi invece è arrivata la sanzione del giudice sportivo: due turni di chiusura per la curva e 50mila euro di ammenda alla Lazio, quei ripetuti “buuh” della curva Nord della Lazio all’indirizzo di Koulibaly non sono passati inosservati. La sospensione dell’arbitro a quanto risulta non ha influito sulla decisione: la sanzione, infatti, sarebbe stata la stessa anche senza interruzioni del match per i cori razzisti rivolti nei confronti del giocatore di colore del Napoli. Le due tifoserie si stavano pesantemente insultando, ma ad un certo punto Koulibaly è finito nel mirino degli ultras della Lazio, che hanno iniziato ad “ululare” e a gridare slogan pesantemente offensivi come questo: “Vesuvio lavali col fuoco”. Dopo la sospensione della gara l’arbitro ha fatto leggere un comunicato all’altoparlante, dicendo che se le intolleranze fossero continuate la partita sarebbe stata definitivamente interrotta. I tifosi più esagitati a quel punto si sono calmati anche se alcuni di loro, dopo poco, hanno iniziato a prendere di mira il presidente Lotito.