Mer. Ago 17th, 2022

COSENZA-Sono 13 le misure cautelari eseguite dalla Polizia di Stato e dal Corpo Forestale dello Stato nei confronti di soggetti dimoranti nelle province di Cosenza e Catanzaro.

Nei confronti degli indagati sono stati contestati  reati di traffico illecito di rifiuti, associazione a delinquere finalizzata alla ricettazione.

All’interno di alcune società di autodemolizione cosentine confluivano ingenti quantitativi di cavi di  rame rubato a società operanti nel settore energetico, delle telecomunicazioni e dei trasporti,  per poi essere occultato ed inviato ad altre società collegate -operanti in altre province-  che provvedevano ad inserirlo nel mercato legale.

Sono stati sottoposti a sequestro aziende e mezzi utilizzati per il trasporto.