Gio. Feb 2nd, 2023

PARETE- Sta per trascorrere una settimana da quella maledetta sera della vigilia di Natale. Chi ha sparato? Cos’è successo quel pomeriggio? Sono queste le domande che tutti si pongono. A queste domande per ora non ci sono risposte. Non si sa chi è la persona che abbia potuto commettere il gesto. Al momento sulla vicenda c’è buio assoluto.

Ma a te che hai compiuto questo gesto sconsiderato, per sbaglio o volontà, se sei un uomo o una donna, non ci interessa, ci interessa che tu ti costituisca. Poni fine ai tanti interrogativi che tutto il popolo di Parete cerca di sciogliere, ma non ci riesce. L’angoscia non è per te, perché tu ormai sei un’anima persa, ma l’apprensione è per quel povero ragazzo che tu hai spedito in ospedale con quel colpo d’arma da fuoco. COSTITUISCITI.

È inutile che ti nascondi o fai finta che nulla è successo, tanto la tua anima è già stata condannata a passare il suo tempo nella penombra dell’inferno.  Esci allo scoperto, tanto gli inquirenti ti troveranno, non si fermeranno finché il tuo volto non sarà reso noto. Stanne certo, ti troveranno. Ma tu puoi ancora rimediare, compi un atto di generosità prima di tutto nei tuoi confronti, e poi verso quel povero ragazzo che lotta tra la vita e la morte per colpa tua: COSTITUISCITI.

Non credere che nascondendoti la tua vita sia uguale a prima, no, figurati: trascorrerai notti insonne. Il tuo torpore sarà svegliato dal rimorso costante per quello che hai fatto. Avrai sempre davanti ai tuoi occhi il volto di Luigi. Vivrai l’inferno in vita. La tua vita non avrà più pace. Costituisciti, è l’unico atto che può compiere: il pentimento è l’unica salvezza che può aiutarti a non vivere nell’inferno per il resto dei tuoi giorni. Luigi di sicuro segnerà il gol più importante della sua vita che gli farà vincerà questa importante partita, tu invece COSTITUISCITI, perché non può vincere nessuna partita, la tua l’hai già persa.

Francesco Torellini