Lun. Lug 4th, 2022

A distanza di un anno si sta ripetendo la storia dello scorso anno, quando fu riaperto tutto ma i contagi erano al minimo. Oggi  non è così, il virus circola con la stessa efficacia del mese di ottobre, quando è iniziata la seconda ondata. Porre fine alle tante restrizioni che hanno caratterizzato 15 mesi della vita degli italiani, purtroppo, non significa un liberi tutti. Non lo è. Intanto le persone non vogliono capirlo, forse spinti dall’illusione che la classe politica sta diffondendo dentro il paese. Infatti in questo fine settimana si è assistito a situazioni dove ti accorgi che l’illusione sta prendendo il sopravvento sulle persone. Purtroppo l’esperienza non è diventata un tesoro per gli italiani, anzi, la sottovalutano. Strade piene, spiagge affollate, luoghi di ritrovo super affollati, ci può pure stare, ma se tutti rispettassero le misure di prevenzione. Purtroppo non è così: si assiste al fenomeno inverso, con gente senza mascherina e senza il distanziamento sociale. Anche i vaccinati ormai si sentono fuori pericolo ed hanno comportamenti che, al momento, sono inaccettabili.

La politica sta fondando tutto sui vaccini, giustamente, ma molte cose ancora non sono chiare e, quindi, la prudenza non deve essere mai di troppo. I vaccini, al momento, dovrebbero avere un’efficacia sulla malattia ma non sul contagio. Infatti il vaccinato può contagiarsi e contagiare gli altri. Detto ciò, prima di ogni forma di esultanza si dovrebbe dare il tempo ai vaccini di poter dimostrare la sua piena efficace e poi tirare le somme sulla campagna vaccinale. Prima è tutta un’incognita che va presa con le pinze, anche perché non tutto il mondo riceverà i vaccini e altri popoli possono essere diffusori del virus. Questo va detto per correttezza.

Quindi sì è passati dalla diffusione della paura durante l’inizio dell’epidemia, per poi oggi assistere, per via sempre della politica, all’effetto illusorio che sta confondendo la mente delle persone. Tutti, ormai, si sentono liberi, complice anche il cambio delle temperature e l’arrivo dell’estate. La politica sta salvando l’estate, i cittadini vogliono l’estate, ma questo scenario lo abbiamo già vissuto la scorsa estate, e abbiamo visto come è andata a finire. Ripetere lo stesso errore anche quest’anno, significa essere un popolo incosciente guidato da irresponsabili.