Lun. Mar 4th, 2024

Un velo di tristezza mi è preso quando ho appreso della notizia che una bambina nella mensa scolastica, le stato consegnato un pacchetto di Cracker e una scatoletta di tonno al posto del regolare pranzo. Tutto, perché i genitori non avevano pagato la retta della mensa scolastica. La motivazione del sindaco, da parte mia, è alquanto fuori luogo, perché non si può commettere un’azione del genere solo per rispetto dei genitori che pagano la mensa. È sciocca come motivazione, perché l’azione che è stata commessa pone in discriminazione una bambina.

Ho immaginato come si è sentito il genitore della piccola quando ha saputo dell’accaduto. Soprattutto come si è sentita la bambina quando si è vista consegnare un niente al posto del pranzo, forse aveva anche tanta fame, sono bambini è normale.

Quello che è successo è tutta colpa della mancanza di politiche sociali adeguate. Tutti i politici sono responsabili di questo sfacelo. Nessuno escluso. L’incompetenza politica negli ultimi trent’anni si è impossessata della nostra repubblica trascinandoci nel baratro in cui siamo finiti, raggiungendo picchi inaccettabili.

Su questa triste vicenda hanno sbagliato un po’ tutti: sindaco, assessore al ramo, corpo docenti e anche chi distribuisce il cibo, soprattutto chi era presente: doveva intervenire per evitare l’umiliazione alla bambina davanti ai suoi compagni di classe. È inaccettabile. A parer mio i tiket vanno aboliti, perché spesso diventano anche oggetto di propaganda politica. Giù le mani dai bambini e abbiate rispetto per la loro innocenza. Qualsiasi sia la condizione dei genitori i bambini vanno protetti sempre, quello che non è successo in questa vicenda disgustosa. Ormai la politica ha toccato il fondo su tutto.