Sab. Dic 3rd, 2022

ROMA- Questa volta Massimo D’Alema non usa mezzi termini e prende nettamente le distanze da Matteo Renzi, dichiarando in un’intervista al Corriere Della Sera che lui al referendum costituzionale voterà NO. “Voterò no. Per certi aspetti era meglio la riforma di Berlusconi del 2006, non faceva del Senato un dopolavoro – ha spiegato D’Alema”.

L’ex premier attacca a viso aperto il non eletto Premier, invitandolo a restare se perde il referendum, ma se insiste se ne può anche andare e si va subito ad un nuovo governo che metta subito mano alla legge elettorale. Poi la stoccata finale: “Renzi ha perso la sintonia con la base e con il Paese. Non si è limitato a rottamare un gruppo dirigente, sta rottamando alcuni milioni di elettori”.