Lun. Ago 15th, 2022

ROMA – Una detenuta di origini tedesche ha lanciato i due suoi figli dalle scale dentro il carcere di Rebibbia dove e detenuta da un mese per reati di droga. Il presidente della Consulta penitenziaria e responsabile della casa di Leda, Lillo Di Mauro, ha comunicato che “il fatto sarebbe accaduto all’interno della sezione nido, dove sono ospitati bimbi fino a tre anni”.

La donna, 30 anni, probabilmente affetta da depressione, avrebbe gettato il figlio più piccolo, di quattro mesi, giù dalle scale della sezione nido, per poi fare la stessa cosa con quello più grande, di due anni. Il primo è morto, il secondo è stato trasportato d’urgenza in ospedale e sarebbe in pericolo di vita, Il secondo è ricoverato al Bambin Gesù, ed ha riportato un danno celebrale severo e le sue condizioni sono critiche: il bimbo dovrà subire un intervento chirurgico. Sulla vicenda si indaga per omicidio e tentato omicidio.