Dom. Set 25th, 2022

L’Europa si sta auto-suicidando. Siamo arrivati a quel punto di non ritorno che deve far riflettere i popoli europei che sono incappati nella trappola dell’unione europea. È un vicolo cieco che sta portando troppi danni ai paesi europei soprattutto all’Italia. Il nostro paese vive il momento peggiore, e finora l’euro non ha dato nessun beneficio se non creare sacche di povertà sempre più ampie.

Ha ragione Orban nel dire che “l’occidente si sta auto-suicidandosi”. Orban traccia uno scenario di “un decennio di guerra che si sta aprendo davanti ai nostri occhi”, segnato da “rinnovate ondate suicide del mondo occidentale”. Lo ha dichiarato nel discorso di reinsediamento, secondo i media locali. Per il politico nazionalista, l’Occidente si starebbe suicidando con «il più grande programma di scambio della popolazione europea», un presunto piano che avrebbe come obiettivo sostituire la gioventù europea di religione cristiana con persone adulte e migranti di origini e fedi diverse. Ha poi parlato della «follia gender», che secondo lui considererebbe l’essere umano come creatore della propria identità, anche sessuale, e accusato poi l’Europa di debolezza intellettuale ed errori politici.

Le sue idee possono essere contestate, ma in questo frangente ha ragione nel difendere l’identità dell’Europa. Questa Europa sta fallendo su diversi punti: piano militare, politico, e di identità dei valori cristiani del vecchio continente. Sta facendo tutto il contrario di quello che dovrebbe fare. A subire sono i popoli che hanno la loro coltura e tradizione, e di sicuro non saranno disposti a cederla. Questa Europa non va proprio bene e il suo destino è il fallimento totale.