Mar. Ago 9th, 2022

ROMA- “Le Pmi delle costruzioni cresceranno molto nel mercato dell’Est Europa e della Slovacchia. E’ un paese che presenta le condizioni giuste anche per investimenti fatti da Pmi. E’ un Paese che per tante cose dovremmo prendere a modello. Ha un approccio a favore delle  imprese con un alto tasso di efficienza e semplificazione amministrativa. Il che porta ad avere un tasso di corruzione quasi nullo.”

Ha iniziato così questa mattina il suo intervento al forum imprenditoriale organizzato dall’Ambasciata Slovacca  il Presidente del gruppo PMI Internazionale dell’ANCE Associazione Nazionale Costruttori Edili  Gerardo Biancofiore.

L’Ambasciata della Repubblica Slovacca in Italia ha organizzato l’evento, in collaborazione con l’Agenzia slovacca per lo sviluppo degli investimenti e del commercio (SARIO), per presentare i progetti infrastrutturali, energetici e ambientali in Slovacchia e Italia. Lo scopo dell’iniziativa è presentare le imprese slovacche ed italiane alla ricerca di nuove opportunità di cooperazione nel settore delle costruzioni, acqua ed energia, nonché illustrare il sostegno e il rafforzamento delle relazioni economiche esistenti tra Slovacchia e Italia.
L’evento è stato aperto dal vice primo ministro slovacco per gli Investimenti Peter Pellegrini e dall’ambasciatore Ján Šoth e dal Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Tommaso Nannicini.

“Il mercato Slovacco  continua Biancofiore- ha dei punti di forza di eccellenza europea, una forte stabilità ,la collocazione geografica favorevole, una forza lavoro efficiente, una costante crescita delle infrastrutture. E già oggi l’interscambio commerciale tra i nostri paesi è importante. Parliamo di oltre 5 miliardi di euro con circa 400 imprese italiane attive che danno lavoro a circa 25000 persone.

Inoltre le nostre imprese possono senz’altro giovare di un sistema slovacco di qualità, fatto di servizi particolarmente efficienti, che vede tra l’altro una significativa presenza bancaria e assicurativa italiane con realtà di primo piano come Intesa San Paolo , Unicredit e Assicurazioni Generali.

L’iniziativa di oggi è il seguito operativo alla Missione “Italy and Slovakia building together” di Ance a Bratislava svoltasi il 3 e 4 dicembre 2015 che ho avuto l’onore di guidare.

Anche la giornata di oggi ha dimostrato come le pmi italiane ad alto tasso di innovazione e di specializzazione hanno le carte in regola per affrontare la sfida del

mercato dell’Europa dell’Est ed in particolare della Slovacchia.

Tra i vari punti di forza, anche per le imprese italiane della filiera dell’Ingegneria e delle costruzioni che guardano a partnership con imprese slovacche, una programmazione infrastrutturale  di ampio respiro,  sostenuta da una programmazione finanziaria Europea 2014-2020 che  assegna alla Slovacchia risorse importanti che concorrono a sostenere la politica di investimenti lungimirante varata dal Governo slovacco. ”