Dom. Feb 5th, 2023

ROMA- L’Italia è un paese curioso, dove ci sono donne impegnate in politica che fanno curiosamente le paladine dei diritti a piacimento. Ma non solo le donne, anche i maschietti che sono ben custoditi nei palazzi dorati del potere fanno altrettanto. Queste paladine parlano delle donne degli altri paesi, le difendono, giustamente, ma lo fanno in maniera sarcastica, poiché alla fine quelle donne rimangono a vivere le pene di sempre e quella difesa rimane una difesa d’ufficio.

Se guardiamo nel nostro paese, la cosa diventa doppiamente ridicola, perché queste paladine della politica fanno le difensori dei diritti solo di quelle donne che hanno già molti diritti. Dimenticano, invece, quelle che dovrebbero avere il diritto ma a nessuno gliene frega niente. Eppure sono anch’esse votanti, e sono la maggioranza delle donne, e sono proprio quelle che se non le trascini nelle urne a votare non ci vanno.

Parlo delle casalinghe, dimenticate dal potere politico femminile, e lasciate marcire nella montagna di problemi che le attanagliano ogni giorno da sole. Quando parliamo di casalinghe, parliamo di un nucleo familiare monoreddito, dove il marito sgobba tutto il giorno, e la moglie si uccide di fatica anche per 14 ore al giorno. Le casalinghe sono le vere lavoratrici di questa nazione, sono quelle che portano avanti l’economia di una famiglia senza chiedere mai nulla in cambio, e sgobbano più di quelle che si vantano di andare a lavoro. Le casalinghe lavorano in silenzio, con passione e forza di volontà pur sapendo che nessuno le retribuisce. La loro retribuzione è l’amore che ricevono dall’uomo che hanno a fianco e quello dei figli che la adorano e la difendono contro tutti e tutto.

In questa campagna elettorale, per questa categoria di donne lavoratrici, nessuna paladina della difesa delle donne, nessun politico, nessun partito, parla di diritto per queste donne di avere un sussidio dallo stato per mantenersi, anche per comprarsi una semplice “mutanda”. A mio avviso le paladine dei diritti delle donne sono solo arroganti e false, difendono i diritti solo di chi gli fa piacere, ma lasciano isolate chi non ha nessun diritto. Più false di così si muore. Le casalinghe in tutta Europa sono un valore aggiunto per la società, sono aiutate sul serio dallo stato a fare il lavoro in casa. L’Italia, purtroppo, è il paese delle false paladine dei diritti, un paese dove la propaganda politica serve solo per difendere i diritti di se stessi, ma non prendono mai provvedimenti seri che riguardano solo ed esclusivamente i cittadini.