Dom. Ago 7th, 2022

ENNA-La  Polizia di Stato di Enna ha sequestrato numerosi reperti archeologici di inestimabile valore, rinvenuti nella illecita disponibilità di un pregiudicato italiano.

Gli oggetti, anfore, unguentari, lucerne, monete, terracotte  figurate e votive e pesi per telai, verosimilmente provenienti da insediamenti abitativi o necropoli di siti indigeni ellenizzati, presenti nella Sicilia centro meridionale, possono essere collocati in un arco temporale compreso tra il V ed il II secolo A.C..

I beni archeologi sono stati affidati alla Soprintendenza ai Beni Culturali di Enna, che ha collaborato con l’Ufficio investigativo della Polizia di Stato.

Ulteriori dettagli saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle ore 09.30 il Palazzo di Giustizia di Enna.