Sab. Nov 26th, 2022

I missili caduti ieri sera in territorio polacco alzano di molto l’asticella della guerra. Non è ancora chiaro da dove siano partiti i missili che si sono abbattuti sulla Polonia e hanno fatto scattare l’allarme di una escalation nella guerra in ucraina che possa coinvolgere l’Occidente. Mosca respinge le accuse. Gli ultimi elementi suggeriscono che non siano razzi russi o partiti dalla Russia. Tutta la vicenda è ancora da chiarire.

Resta la preoccupazione che coinvolge molto da vicino l’Europa.  Una guerra nel cuore dell’Europa potrebbe essere solo una catastrofe simile alla prima guerra mondiale. Quello che è accaduto aumenta il rischio che ciò può accadere se non si trovano tutti gli elementi che hanno causato la caduta dei missili.

Tutte considerazioni che al momento non hanno elementi certi su quello che accaduto. Ma un dato è certo: FERMATEVI. Sì, i potenti del mondo devono capire che oggi la guerra mondiale sarebbe diversa dalle precedenti due. Oggi ci sono le armi nucleari che in pochi  minuti possono togliere la vita di milioni di persone e distruggere interi territori. È necessario fermare qualsiasi pretesa, dall’una e dall’altra parte, altrimenti il rischio di una terza guerra mondiale si fa sul serio concreto. Il mondo non può permettersi un conflitto su larga scala. È il momento di sedersi intorno ad un tavolo è chiudere la guerra tra Russia e Ucraina. Perché in questo momento è il popolo ucraino che sta soffrendo le disgrazie di questa guerra, ma se le cose non si fermano, potrebbero essere altri popoli a soffrire le stesse angosce.