Gio. Lug 7th, 2022

Sono duecento le realtà che hanno aderito alla terza edizione del Festival della Gentilezza, tra scuole, negozi, musei, associazioni, librerie, professionisti, comunità. 

L’evento, che si svolgerà nella settimana della gentilezza dal 9 al 14 novembre, è il primo festival di gentilezza diffuso in Italia che parte dal basso e raccoglie eventi gentili da Nord a Sud, per una sei giorni in cui si porrà l’attenzione sul contrasto ad ogni forma di violenza attraverso gesti, parole e azioni gentili.  

Quest’anno il Festival gode della partnership della Fondazione di Comunità San Gennaro e delle Catacombe di Napoli, il patrocinio morale del Centro Servizi per il Volontariato di Napoli e la media partnership del mensile Comunicare il Sociale.

Sono 8000 i bambini e i ragazzi che il 12 novembre dedicheranno un’attività al valore della gentilezza e ai suoi benefici nella relazione con sé stessi e gli altri in tutta Italia con 110 scuole aderenti: da storie autobiografiche a rappresentazioni per immagini, dall’orto solidale ai bookstation della gentilezza, dalle passeggiate tra i negozi per regalare parole gentili ai canti in comunità. Ancora, laboratori, discussioni, abbellimento degli angoli della scuola, scambio messaggi, realizzazione del muro della gentilezza, lezioni di cittadinanza attiva, l’orologio della gentilezza, l’attività “Nonni vi Ascolto”, un calendario dell’avvento dal 1 al 24 dicembre per alcuni alunni del Liceo Scientifico Mercalli in cui ogni giorno viene proposta un’azione gentile. E tantissime altre iniziative che avranno come obiettivo quello di promuovere un linguaggio positivo per sviluppare empatia e ascolto nelle relazioni. (dettaglio in calce). 

L’idea è di Viviana Hutter con lo sviluppo del progetto di Margherita Rizzuto fondatrici dell’associazione di promozione sociale Coltiviamo Gentilezza, di cui il festival è il principale evento annuale. 

Un’idea vincente che conferma anche in questa terza edizione il bisogno di portare più gentilezza nella vita di tutti giorni attraverso piccoli ma importanti gesti. Comunità, Sanità, Cultura, Scuola, Accoglienza/Servizio, Benessere sono i sei temi che caratterizzano le sei giornate del festival, new entry, rispetto agli altri anni, la Sanità Gentile, un tema di cui è doveroso parlare oggi, in tempi di pandemia globale. 

Proprio per la Sanità Gentile appuntamenti il 10 novembre con , tra gli altri, screening gratuiti a Villa delle Ginestre (Volla) per bambini con sospetti disturbi dell’apprendimento, disturbi della relazione e altro con visite a cura di neuropsichiatra, logopedista e neuro-psicomotricista; screening gratuiti anche alla Villa Azzurra di Cercola, Villa Betania, mentre all’Ospedale Fatebenefratelli di Napoli l’AFMAL, in collaborazione con Il giardino di Pandora e Officina Familiare, organizzerà una giornata dedicata alla comunicazione gentile tra personale ospedaliero, pazienti e familiari. 

Per la giornata del 9, tantissime le iniziative di Comunità Gentili, che mettono in relazione anziani e bambini, con scambi di pensieri e regali, laboratori attivi con materiali naturali, video-spot sulla gentilezza. Eventi a Gallarate, Loano, Torre del Greco, Gragnano, Napoli, Pescara. Tra gli altri, a Binasco (Mi) l’inaugurazione di una panchina gialla contro il bullismo su proposta del consigliere alla gentilezza del Comune di Binasco Alba Giovanna Toresani. 

Quest’anno grande novità per il programma del Festival con due eventi promossi dall’associazione Coltiviamo Gentilezza e la Cooperativa Sociale La Paranza: per il 9 novembre in programma presso gli Ipogei della Basilica Incoronata Madre del Buon Consiglio il “Laboratorio di Ceramica, il materiale gentile”: i bambini conosceranno la ceramica, materiale ecosostenibile amico dell’uomo dalla preistoria e realizzeranno un vaso. (prenotazione obbligatoria qui www.cutt.ly/pR8OgOI – partecipazione gratuita). Mentre giovedì 11 novembre alle ore 17.00 ci sarà il primo Tour Gentile@ Sanità, una visita guidata alla scoperta delle bellezze del Rione Sanità, quelle archeologiche e architettoniche ma anche e soprattutto umane. Un excursus dalle Catacombe di San Gennaro ai Vergini per imbattersi nei luoghi, nei progetti e nelle persone che hanno investito risorse, energie e speranza nella rinascita del quartiere. (costo visita 9 euro – max 25 paxprenotazione obbligatoria – coltiviamogentilezza@gmail.com)

Per la giornata dedicata alla cultura l’11 novembre, nel programma nazionale,ad Agnone la comunità di adolescenti presenterà i lavori svolti in modo volontario, per riportare alla luce un’area archeologica del quarto sec a.C. lasciata all’abbandono da decenni; distribuzione di semini di fiori attira api in cambio di pensieri gentili alla Biblioteca di Paderno Dugnano di Milano, lettura animata con un laboratorio annesso per gli anziani della Residenza “Il Sorriso” a Foggia, e tanti altri. 

Il 13 novembre giornata del Servizio e Accoglienza Gentili, la Rete Negozi Gentili di Vico Equense darà avvio ad una serie di azioni che, in modo permanente, arricchiranno l’impegno già attivo verso la costruzione di una “Comunità Gentile” partendo dagli esercizi commerciali. Il Caffè bistrot letterario “Il Tempo del Vino e delle Rose” di Napoli, regalerà ai consumatori poesie e segnalibro gentile, il parco giochi Vesuviuslandia di San Sebastiano al Vesuvio regalerà zucchero filato ai bambini che presenteranno il flyer del festival spiegando cos’è la gentilezza. 

Chiude la sei giorni di festival, domenica 14 novembre, la giornata dedicata al prendersi cura, la gentilezza verso sé stessi e gli altri che aiuta al benessere psicofisico. 

Tantissimi eventi per il self coach: yoga con Dalila Piccolo a Napoli, meditazione e self compassion con Eliana Iuorio a San Giuseppe Vesuviano, consulenze di iridologia allo Spazio Indaco di Marianna Velotta di Barra, trekking emozionale a Lerici con Marta Risha, cocktail del benessere al Buddha Village di Varcaturo, Orto terapeutico a Terlizzi con l’associazione ErreOtto (Ba) e tanti altri.