Ven. Ago 19th, 2022

Non c’è nulla da fare: le persone cambiano come le bandiere al vento. Forza Italia quando era al governo con Silvio Berlusconi era fustigatrice dell’Unione europea ed era palesemente contro l’austerity imposta dall’Europa. Ora che è un partito verso la via dell’estinzione, FI applaude Junker. Poverini, non sanno più come farsi credere da un elettorato esiguo. Altri già sono andati via da un pezzo.

Tajani: “Il giudizio è unanime, in Italia e fuori, su una Manovra che non favorisce la crescita, che non crea lavoro, che è destinata a impoverire gli italiani, negativa da tutti i punti di vista”, tuona lo statista azzurro folgorato sulla via di Bruxelles.

Poverino, eppure il suo partito quando era al governo non risulta che abbia fatto granché per aiutare gli italiani. La crescita non c’è stata, il paese sta peggio di prima, eppure Forza Italia ha sostenuto anche i governi tecnici di Monti e Letta, bella roba!!!

Forza Italia attraverso Tajani continua a dire “che l’Italia è isolata in Europa”. evidentemente è Forza Italia che si è isolata dai problemi degli italiani, quelli veri, reali, che oggi il nuovo governo ha portato alla luce adottando provvedimenti per eliminarli.  Purtroppo il partito belusconiano non ha capito che sono loro che fanno parte del passato che è scomparso il 4 marzo e a maggio dovrà lottare parecchio per non scomparire anche dall’Europa. Basta chiedere a Junker, che domenica è stato preso a bastonate dagli elettori in Lussemburgo. È iniziata la fine di un’era che nessuno vuole più.