Ven. Ago 19th, 2022

All’occhio degli italiani il governo Draghi non è mai piaciuto. Il parlamento italiano si è trasformato in un unico partito tranne l’opposizione di Giorgia Meloni. Per il resto tutti rispettano le scelte di Draghi e nessun partito misura le distanze dalle posizioni del Premier e le vere esigenze degli italiani. Ultimamente il governo è solamente concentrato sulla guerra in Ucraina e stare sulle posizioni dell’America che, ormai detta legge in Europa.

Nelle ultime ore qualcosa si sta rompendo, e forse può essere la volta buona che questo governo finisca la sua corsa. Conte accusa il premier di aver chiesto a Grillo di rimuoverlo dal M5s, e chiede un chiarimento politico e a sera sale al Colle per un colloquio di un’ora con Mattarella. Draghi smentisce le pressioni sul Movimento, ma deve lasciare in anticipo il vertice Nato di Madrid. Convocato un Cdm sulle misure contro il caro bollette, ma sembra che dietro questa partenza repentina ci sia ben altro. Infatti anche la Lega minaccia di lasciare il governo se tutto dovesse continuare a ruotare intorno alle posizioni del PD e M5S.

Uno scenario che lascia intendere che qualcosa sta andando storto e, forse, l’avvicinarsi delle prossime elezioni politiche fanno tremare i polsi dei partiti. È evidente che questo governo non può reggere a lungo, anche perché il nuovo gruppo di Di Maio dovrà fare i conti con un elettorato che non ha. Finora i voti del M5S erano e sono del simbolo, per il resto i grillini eletti hanno sempre raccolto poco in termini di preferenze personali, quindi Di Maio non può contare su un elettorato suo e dovrà cercare i voti altrove. Ci sono un insieme di cose che stanno facendo indietreggiare i partiti che appoggiano Draghi, quindi nelle prossime ore potrebbe succedere di tutto.