Mar. Ott 4th, 2022

FRATTAMAGGIORE -Nonostante i diversi tentativi degli Enti comunali, lo Stato centrale ha deciso di non prorogare i termini per l’approvazione del bilancio. Questa decisione ha messo in difficoltà soprattutto quelle amministrazioni che sono andate al ballottaggio e che quindi si sono insediate da poco più di un mese. Sebbene vi fossero queste difficoltà, nella data di lunedì 3 Agosto, in tempi record rispetto agli altri comuni, l’amministrazione frattese, guidata da Marco Antonio Del Prete avrebbe potuto approvare il Bilancio. Tutto ciò si era reso possibile anche grazie ad un accordo preso durante la riunione dei capigruppo (sia di maggioranza che di opposizione) tenutasi lunedì 27 luglio. In questa riunione tutti avevano deciso, di comune accordo, di rinunciare ai termini previsti dal regolamento contabile. Ma qualcosa sarà cambiato, perchè venerdì 31, intorno alle 14, è giunta al Sindaco una nota a firma dei consiglieri Luigi Lupoli e Luigi Grimaldi, nella quale i due hanno richiamato proprio la questione sui “termini” e di conseguenza hanno chiesto al Prefetto di sospendere la seduta assembleare. Una richiesta che non ha sortito effetti però. Il Consiglio Comunale infatti si è svolto regolarmente e si sarebbe potuto approvare anche il bilancio se il Sindaco non avesse scelto di rimandare l’approvazione per studiare meglio la costruzione del preventivo e permettere a tutti i consiglieri comunali di fare eventuali emendamenti, tendendo di nuovo la mano alle minoranze. Il prossimo Consiglio Comunale quindi si svolgerà, presumibilmente, tra il 26 ed il 27 agosto.