Gio. Dic 8th, 2022

I genitori sabato sera sono usciti di casa per andare a cena e prima di andarsene hanno chiuso a chiave nella sua camera il bambino. La porta non aveva maniglia interna quindi era impossibile per il 12enne aprirla. Con l’accusa di maltrattamenti in famiglia, sono stati arrestati dai carabinieri una coppia residente ad Arzachena, in Costa Smeralda, su disposizione della procura di Tempio Pausania (Sassari). Il bambino, che è stato trasferito in una comunità protetta, sarebbe stato segregato nella villetta di famiglia, definita una “casa degli orrori”. I carabinieri stanno interrogando anche i vicini di casa per cercare di capire se si sia trattato di un episodio isolato oppure ricorrente.