Gio. Ago 18th, 2022

Il diabete è caratterizzato sia da resistenza all’ormone insulina (il corpo non risponde bene all’ormone), sia da deficit di produzione insulinica da parte delle cosiddette “Isole di Langerhans”, la porzione pancreatica deputata alla produzione dell’ormone. Una malattia che deve essere tenuta sempre sotto costante osservazione e curata con una alimentazione sana ed equilibrata. Ma ora una scienziata italiana Francesca Sacco, ricercatrice presso l’Università Tor Vergata di Roma, ha osservato che la molecola detta GSK3 impedisce alle cellule pancreatiche di produrre insulina, l’ormone che regola la glicemia, ed ha scoperto un possibile nuovo bersaglio farmacologico per la cura del diabete di tipo 2, la forma più comune della malattia. La scienziata ha scoperto che “spegnendo” GSK3 con un inibitore specifico (un farmaco sperimentale attualmente in fase di test nella cura del melanoma) si può ripristinare la capacità del pancreas di produrre insulina.