Ven. Ago 19th, 2022

La classe dirigente continua a divulgare problematiche che non riguardano da vicino i cittadini. Parlano di salvare gli immigrati, di lotta alla plastica, ambiente, ecologismo impazzito al cento per cento, ma non parlano mai di quelli che sono i veri problemi che ogni giorno attanagliano la vita dei cittadini. Sono milioni ormai i cittadini che non riescono più a pagare le bollette in Italia, rischiando così il distacco delle forniture.

Secondo il Codacons, attualmente nel nostro Paese, circa 19,1 milioni di cittadini risultano morosi sul fronte delle bollette energia elettrica, gas, telefonia e acqua. Praticamente un terzo degli italiani, quindi, non riesce ad affrontare il pagamento di tutte le utenze.

Chiaramente la difficoltà non riguarda solo i cittadini ma si sposta anche sulle società erogatrici. Infatti i crediti da parte delle società fornitrici, che hanno raggiunto quest’anno un livello record pari a 18 miliardi di euro solo in queste quattro utenze domestiche. Negli ultimi due anni, spiega ancora l’associazione dei consumatori, il numero di cittadini morosi su almeno una fornitura è cresciuto di circa 2 milioni; nel contempo, è aumentato anche il numero di famiglie che non riesce a far fronte alle spese condominiali, raggiungendo nel 2014 il 25% delle famiglie che abitano in condomini in Italia. Inoltre le famiglie non riescono a far fronte a spese per curarsi. Insomma un mix di disagi che a nessuno interessa. La politica non dice e non fa nulla su questo fronte. La crisi economica e la perdita di lavoro sta mettendo in ginocchio famiglie e persone, che non riescono a fare più quello che prima riuscivano a fare normalmente.