Dom. Feb 5th, 2023

ROMA – Una politica attenta e serie, quella che non esiste in Italia, difenderebbe la parte buona del paese a denti stretti. Purtroppo l’Italia non ha mai avuto una classe dirigente all’altezza e tutto ciò che è stato fatto ha solo distrutto il cittadino e favorito poteri forti esistenti nel mondo.

Dopo l’addio di Italo, ultimo gioiello di un’Italia che se ne va in mano straniera, anche le farmacie potrebbero avere un colpo micidiale. Qualche giorno fa Stefano Pessina, Ceo italiano del colosso americano Walgreens Boots Alliance, in un’intervista al Sole 24 Ore ha spiegato che è pronto a investire in Italia, ma a patto di poter acquisire almeno 2 mila farmacie. Un numero enorme.

I colossi del mady in italy che sono andati mano straniera non si contano più. Non c’è stata una legge, dopo la farabutta globalizzazione voluta dai poteri forti, che ha tentato di frenare l’ emorragia delle aziende italiane finite in mano straniera. Il dolo sta nel fatto che agli stranieri non interessa rimanere qui in Italia, ma comprare il marchio, prendere gli incentivi dello stato, poi chiudere e andare via. È diventato talmente sistematica la cosa che ormai nessuno se ne accorge più. Le bombe scoppiano quando i lavoratori devono difendere il posto di lavoro dai colossi stranieri che hanno comprato i marchi italiani e vogliono scappare via.

Abbiamo perso gran parte dei gioielli del nostro Made in Italy, ricostruire quello che i nostri antenato hanno edificato dal dopoguerra in poi, sarà del tutto impossibile, anche perché abbiamo una classe dirigente che di sicuro non è quella che ha tolto le macerie dalle strade è fatto rialzare l’Italia. Oggi c’è una classe dirigente attenta solamente a interessi che non sono quelli dei cittadini.