Dom. Set 25th, 2022

Ormai i giorni di guerra non si contano più. La Russia continua a conquistare territori attraverso l’imposizione delle armi di una invasione che ormai non si capisce più dove vuole arrivare. Dall’altro lato c’è un presidente Ucraino che continua a chiedere armi ma non parla mai di pace. Tutto mentre il suo popolo muore e vive una situazione difficile.

A Kiev sono arrivati il premier italiano Mario Draghi, il cancelliere tedesco Olaf Scholze il presidente francese Emmanuel Marcron, e oggi incontreranno il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. I tre leader europei troveranno una Kiev diversa rispetto a quella che eravamo abituati a vedere nelle prime settimane del conflitto, come raccontato dall’inviato Mediaset Fausto Biloslavo a “Controcorrente” e riportato da Tgcom 24: “La città è cambiata in positivo, c’è il traffico e i ragazzi che girano con il monopattino elettrico ma ci sono anche tanti problemi”.

Tuttavia, secondo Biloslavo, i problemi dei cittadini ucraini sono soprattutto economici e molti non vedono di buon occhio la visita dei leader europei: “La gente sa benissimo dell’arrivo di Draghi, Scholz e Macron – ha spiegato l’inviato – ma si sono un po’ stufati di queste visite perché sanno che non portano a niente. Le persone non sanno come arrivare alla fine del mese e tutte queste visite che si ripetono tutte uguali hanno un po’ stufato la popolazione perché non vedono una soluzione”.