Ven. Ago 19th, 2022

CASERTA-Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Caserta, nell’ambito dei peculiari compiti di polizia economica e finanziaria, anche lo scorso fine settimana,ha intensificato i controlli in tutto il territorio della Provincia, per contrastare la diffusione dei vari fenomeni illeciti a tutela della legalità e della sicurezza dei cittadini.

Il piano operativo predisposto, nell’ambito del quale sono stati controllati numerosi veicoli e persone, ha consentito di constatare violazioni di vario genere neidiversi comparti operativi ed, in particolare, nel settore dei reati contro il patrimonio e della tutela ambientale.

Nell’Agro-Aversano, due pattugliedi Baschi Verdi del Gruppo di Aversahanno intercettato una potente Audi S4Avant con a bordo 4 soggetti stranieri, che avevano appena effettuato il furto di costose componenti elettriche sottratte da alcuni ripetitori telefonici installatiin zona. Dopoun lungo e spericolato inseguimento, i malviventi, sentendosi braccati, abbandonavano l’autovettura nelle campagne di Paretee,proseguendo la fuga a piedi, facevano perdere le proprie tracce. Durante l’inseguimento, nel tentativo di far perdere le proprie tracce, i fuggitivi effettuavano pericolose manovre, lanciando pezzi di refurtiva sulle volanti dei finanzieri. Al termine delle operazioni, tutta la refurtiva è stata recuperata e l’Audi S4 è stata sottoposta a sequestro.

Un altro furto è stato sventato dai Baschi Verdi, intervenuti unitamente ad una volante del locale Commissariato di P.S., che, a seguito di un inseguimento,hanno bloccato un giovane aversano, che, poco prima, aveva provato a forzare un’autovettura parcheggiata nella centralissima Via V. De Jasi del Comune di Aversa, senza riuscirvi grazie al tempestivo intervento dei militari. Il ragazzo, trovato in possesso di vari grimaldelli, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria.

IFinanzieri della Compagnia di Mondragone sono stati impegnati in controlli sul Litorale Domitio, nel corso dei quali hanno individuato, in località Bagnara del Comune di Castel Volturno,  una vasta porzione di terreno sulla quale era stata realizzata una vera e propria discarica non autorizzata,adibita allo stoccaggio di rifiuti delle più disparate tipologie: materiali di risulta, teli in plastica, guaine bituminose, scarti di lavorazione industriale nonché sacchetti in plastica abbandonati  contenenti rifiuti indifferenziati provenienti, verosimilmente, dalle abitazioni dei cittadini residenti in zona.

Nel corso delle attività è stata anche individuata un’area adibita all’accensione di roghi,fenomeno tristemente noto e balzato agli onori della cronaca per lo smaltimento illecito di rifiuti, anche pericolosi e di natura speciale.

I militari della Compagnia di Marcianise, invece, hanno individuato, nel comune di Santa Maria a Vico, una falegnameria completamente abusiva, gestita senza alcuna autorizzazione amministrativa e sanitaria, anche con riferimento allo smaltimento dei materiali di risulta provenienti dai processi di lavorazione. I locali, con la relativa attrezzatura e le materie prime rinvenute, sono stati sottoposti a sequestro ed il responsabile, un quarantenne del posto, è stato segnalato alla competente Autorità Giudiziaria.

Le attività svolte si inquadrano nel più ampio contesto della sistematica azione di controllo economico-finanziario del territorio posto in essere dalla Guardia di Finanza di Caserta su tutto il territorio della Provincia, confermando, ancora una volta, l’impegno profuso quotidianamente dalle Fiamme Gialle a tutela della legalità.

gf