Mar. Nov 29th, 2022

ROMA- Dio dovrebbe punire chi sta, ancora una volta, usando l’umanità per scopi diversi. La seconda guerra mondiale non ha insegnato nulla. Ogni anno si commemorano le vittime dell’eccidio nazista nei campi di concentramento, dove morirono migliaia di bambini innocenti. L’umanità ipocrita, ancora oggi, continua a far morire piccoli angeli in cerca della disperata libertà. In fuga dalla morte rincorrono una vita migliore che possa dare loro la promessa di un futuro ma, soprattutto, quello di un presente. Una presente che non c’è nelle loro patrie, dove bestie vestite da uomini costringono intere popolazioni ad essere sottomessi al loro volere, in nome di una dittatura o di ideologie religiose, e vogliono imporre ciò che le loro menti partoriscono.

Gli adulti stanno dimostrando quanto sono irresponsabili. Lasciano morire anime innocenti per sete di potere. Questi adulti che un tempo erano bambini, non ricordano il loro trascorso, l’hanno dimenticato, e il tempo li ha trasformati in belve feroci che attaccano o fanno fuggire chi ora dovrebbe solo giocare.

Vengono dalla Siria, dalla Palestina, dall’Africa, scappano, corrono, sperano, ma poi perdono la speranza con la morte. Sono i bimbi e i ragazzi migranti, le vittime innocenti di guerre. Per loro, coraggiosi più degli adulti, la speranza è fuggire, sfidare chi li costringe a vivere nella loro patria sotto la minaccia delle armi. Sono coraggiosi è sfidano qualsiasi cosa pur di riuscire ad agganciare la speranza. Sfidano la morte e le pareti di cemento armato rivestite di acciaio di chi non li vuole, pur di fuggire e raggiungere il traguardo: la salvezza.

Questi piccoli sono costretti a crescere prima del tempo. Per loro non c’è tecnologia di intrattenimento, per loro c’è solamente la lotta continua per salvare la vita. Qualcuno ci riesce, ma altre migliaia il sogno della libertà si ferma nelle acque del mare. La morte, per loro, è la fine delle sofferenze. Ma i vigliacchi, quelli che hanno interrotto la loro esistenza, restano al potere protetti da un potere mondiale che ha paura di distruggere chi distrugge queste vite innocenti.