Ven. Mag 20th, 2022

Il coronavirus ha creato un vortice di consensi intorno ad alcuni governatori che hanno dovuto fronteggiare la corsa dell’epidemia. Il più penalizzato rimane il governatore della lombardi Attili Fontana, che ha risentito tantissimo dei ritardi iniziali del covid e su come è stata gestita l’emergenza nella regione da lui guidata.

Chi può gioire è invece il leghista Luca Zaia, governatore del Veneto, che ha saputo prendere decisioni nei momenti più critici. Zaia ormai è il più amato sia nella sua veneto sia in gran parte dell’Italia. In casa PD l’indice di gradimento si è alzato nei confronti del governatore dell’Emilia Romagna, mentre quello del governatore del Lazio Nicola Zingaretti è stato bocciato dai suoi cittadini. Il segretario del PD non raccoglie gli stessi apprezzamenti degli altri governatori, e rimane appeso al palo.

Sono alcuni dei risultati del Governance Poll 2020, riportati da “Il Sole 24 Ore”. Al primo posto nella classifica degli amministratori con maggiori consensi, oltre a Luca Zaia, che si conferma come uno dei governatori più amati, anche il sindaco di Bari e presidente dell’Associazione nazionale comuni italiani (Anci) Antonio Decaro. Quattro gli amministratori del centrodestra a risultare tra i governatori più apprezzati dagli italiani. Dopo Zaia, infatti, vengono Massimiliano Fedriga, presidente del Friuli Venezia Giulia ed appartenente alla Lega, con il 59,8% dei consensi, Donatella Tesei, presidente dell’Umbria, Lega, con il 57,5% e Jole Santelli, governatrice della Calabria per Forza Italia, con il 57,5%.

Stefano Bonaccini, presidente dell’Emilia Romagna e appartenente al Partito Democratico si assesta al quinto posto, con il 54%. Dietro di lui il presidente della Liguria Giovanni Toti, salito al 48 %, come il sardo Christian Solinas. Seguono Enrico Rossi (Toscana), Vincenzo De Luca (Campania) e Nello Musumeci (Sicilia), mentre il governatore della Puglia Michele Emiliano ed il presidente della Lombardia Attilio Fontana scendono rispettivamente al 40% ed al 45,3%. Caduta a picco, invece, per Zingaretti, finito all’ultimo posto.