Mar. Ago 9th, 2022

ROMA- A Napoli, ma in quasi tutta la Campania, c’è un usanza sacra per il pranzo domenicale: il ragù. Sulla tavola dei campani la domenica a pranzo non può mancare il piatto di maccheroni al ragù. Una specialità che richiede molto tempo nella preparazione, ore ore di cottura, per ottenere una salsa squisitissima. Ma c’è un particolare che le massaie sanno benissimo, e non può essere trascurato, altrimenti va tutto a monte: bisogna girarlo in continuazione altrimenti si attacca alla pentola e la frittata è fatta. Proprio questa particolarità si addice molto alla politica italiana.

Infatti i politici nostrani sono come il ragù non girato: si attaccano alla poltrona e non la mollano più. E così in 40 anni di storia repubblicana ci siamo ritrovati, non avendoli girati a dovere, attaccati alle poltrone delle istituzioni e non sono più usciti. Il popolo è stata la cattiva massaia, poiché li ha sempre votati, mentre bisognava girarli in continuazione per non rendere il ragù politico disgustoso come quello che oggi assaggiamo ogni giorno. Il ragù va girato e rigirato rigorosamente, altrettanto bisogna fare con i politici, altrimenti sia il ragù sia i politici, ci rovinano il piatto.