Gio. Ott 6th, 2022

Contribuire a far sentire a casa le famiglie dei piccoli pazienti in cura presso l’ospedale Santobono-Pausilipon, è questo l’obiettivo del più ampio progetto di IKEA Italia “Un posto da chiamare casa” che, a Napoli, ha permesso la riqualificazione di un appartamento della Fondazione Santobono-Pausilipon.

L’alloggio, che si trova in via Posillipo, è stato ristrutturato grazie all’importante donazione elargita da un generoso benefattore ed è stato arredato grazie al contributo fondamentale di IKEA Napoli Afragola.

“L’alloggio che abbiamo ristrutturato potrà ospitare fino a tre famiglie e, al momento, è stato destinato a una mamma e una bimba che sono arrivate da noi dal Marocco attraverso un corridoio sanitario, a una famiglia ucraina arrivata con i corridoi umanitari dalle aree di guerra e ad una famiglia proveniente da fuori regione – spiega Rodolfo Conenna, direttore generale dell’AORN Santobono-Pausilipon – Affrontare la malattia di un figlio lontano da casa costringe le famiglie a stravolgere la propria vita per mesi. È per questo che, con il supporto della Fondazione Santobono-Pausilipon, cerchiamo di assicurare alle famiglie un alloggio e di garantire assistenza e sostegno. Grazie a IKEA Napoli Afragola e alla generosità di chi ha finanziato i lavori di ristrutturazione restando anonimo, oggi, possiamo mettere a disposizione un appartamento accogliente e confortevole che siamo sicuri riuscirà a offrire ai nostri ospiti un po’ di quel calore domestico che è un fondamentale sostegno nei percorsi di cura”.

“La Fondazione Santobono-Pausilipon garantisce da sempre il diritto alla salute anche dei bambini provenienti da aree più svantaggiate e ha aderito ai corridoi umanitari per l’accoglienza di piccoli pazienti provenienti dalle aree di guerra – dichiara Flavia Matrisciano, direttore della Fondazione Santobono-Pausilipon – Ringrazio IKEA Napoli Afragola per esserci stati vicini e per averci dato la possibilità di far sentire sempre più a casa i bambini e le loro famiglie che, spesso, sono costretti a rimanere lontani dalle loro città anche per lunghi periodi. Voglio ringraziare anche Antonio D’Orta, Felice Antignani e Andrea Russo. Grazie al loro interessamento abbiamo ricevuto una generosa donazione che ci ha permesso di eseguire i lavori di ristrutturazione e ci ha permesso di realizzare un luogo che i nostri ospiti chiameranno casa per un periodo”.

“IKEA Italia porta avanti il progetto Un posto da chiamare casa da diverso tempo” – è il commento di Emilia Carolla, Responsabile negozio IKEA Napoli Afragola – “sono più di 750 i progetti che sono stati già realizzati in tutta Italia negli ultimi 10 anni e, tra gli ultimi progetti realizzati a Napoli, abbiamo voluto supportare la fondazione Santobono-Pausilipon, prima di tutto mettendo a disposizione la nostra competenza per poter garantire una casa accogliente e confortevole alle famiglie ospiti. La nostra volontà è quella di costruire collaborazioni virtuose con le istituzioni locali, le fondazioni e le associazioni del territorio in cui IKEA è presente per portare il senso di casa a chi più ne ha bisogno”.